I MATERIALI DELLE CARTE GEOGRAFICHE


CARTA PIEGATA

è il più tradizionale dei materiali, usato nei secoli per disegnare prima e per stampare poi, ogni tipo di carta geografica, ed è usato ancora oggi per la maggior parte dei prodotti.

TYVEX

sta prendendo sempre più piede questa innovativa tecnica di stampa di carte geografiche, in quanto il prodotto, per mezzo di riproduzione da file, viene direttamente stampato su materiale plastificato, sottile come da carta ma ingualcibile e antistrappo.

Esempio di mappa stradale piegata in carta o tyvexEsempio di mappa stradale piegata
in carta o tyvex

PLASTIFICAZIONE

è la tecnica che permette alla carta geografica di avere una protezione dagli eventuali strappi e nello stesso tempo la rende impermeabile: è usata principalmente per le carte di tipo murale, come i planisferi, alle quali vengono spesso attaccate delle asticelle che le rendono adatte ad essere posizionate al muro.

TELA DA PITTORE (CANVAS)

utilizzata già nei secoli passati come tela ruvida per ogni genere di arazzi disegnati a mano, viene ora riproposta come stampata direttamente da file per ogni tipo di disegno, tra cui le carte geografiche murali, spesso riproduzioni di carte antiche o antichizzate, dando così l'impressione che il planisfero sia dipinto anzichè stampato.

Esempio di planisfero antichizzato su tela da pittore (canvas)Esempio di planisfero antichizzato
su tela da pittore (canvas)

MONTAGGIO SU PANNELLI

impegnativo lavoro di posizionamento carte geografiche, anche di grandi dimensione, su una base magnetica o di sughero, o altro tipo di materiale leggero e indeformabile.
Questa tecnica permette di dare alla carta geografica un aspetto più elegante e più adatto alle esigenze di arredo di case o uffici.

Esempio di planisfero su pannello magnetico con corniceEsempio di planisfero su pannello
magnetico con cornice